Oggi in quel di Arona si respira aria di derby! Infatti i lacuali oggi se la vedranno con i nostri ragazzi del College nella 2° giornata di ritorno del campionato UNDER 17 ECCELLENZA.

Si prevede una partita infuocata, con gli aronesi che scenderanno in campo con il coltello tra i denti per dimostrare che la pesante sconfitta (87-57) maturata a Novara contro i nostri al turno di andata è stata solo un caso isolato e maturata, a detta loro, per colpa di un arbitraggio pessimo. Vedremo se i nostri riusciranno a ripetere l’impresa del PalaBonfantini o si arrenderanno alla voglia di rivalsa di Arona.

Come da previsione la partita comincia con ritmi alti e con le difese che costringono molte volte gli attacchi ad azioni confusionarie, ma nonostante questo le squadre chiudono il primo quarto in parità a quota 17.

Nel secondo quarto Arona decide di provare a mettere subito in difficoltà il College con un pressing a tutto campo con raddoppi sul portatore di palla; i nostri a questo punto vanno in confusione e perdono tre palloni di fila, allora coach Lazzarini decide di chiamare time out per spiegare come eludere il buon pressing aronese. Dopo il minuto i nostri riescono ad attaccare la pressione avversaria senza particolari problemi e cominciano ad attaccare in maniera decisa ed ordinata il ferro degli avversari con buone percentuali, ma in difesa concedono troppo il centro area per penetrazioni o passaggi in post agli aronesi. A questo punto il coach ordina alla squadra di cambiare su ogni blocco e di bloccare completamente il pitturato con aiuti continui anche a costo di lasciare agli avversari tiri dalla lunga distanza puliti. La mossa sembra portare i frutti da subito, con Arona che comincia a soffrire questa e scelta e non riesce più a sfruttare la su maggiore fisicità sotto le plance mentre i nostri ragazzi continuano ad attaccare costantemente il ferro e sembrano poter riuscire a scappare, ma proprio mentre provano l’allungo arriva in soccorso ai lacuali la sirena di fine secondo quarto. All’intervallo lungo il tabellone recita: Arona 30 – College 36.

Al ritorno sul parquet i nostri ragazzi dimostrano subito che l’intervallo non ha spezzato il loro ritmo, anzi gli ha concesso ultieriori energie che permetto al College di tentare l’allungo decisivo mentre Arona passati i primi minuti in cui sembrava poter reggere il nostro ritmo comincia a sembrare in debito sia fisico ma soprattutto mentale, con attacchi confusionari che portano a svariate palle perse e conseguenti contropiedi da parte dei nostri ragazzi. Il terzo quarto si conclude con i nostri avanti 54 – 42.

L’ultimo quarto vede i ragazzi di Arona ancora più in confusione mentale ed in evidente debito d’ossigeno, mentre i nostri sembrano in piena forma ed arrivano ad avere 23 punti di vantaggio a 6 minuti dal termine.

A questo punto con la partita che ormai ha la sola utilità di rimpinguare i tabellini personali dei giocatori, coach Lazzarini decide di far prendere fiato in vista delle prossime partite ai titolarissimi, e fa scendere in campo i ragazzi che di solito giocano poco. La partita si chiude senza particolari emozioni.

Alla fine il Tabellone dice: Arona Basket 46 – College Borgomanero 72

Complimenti ai nostri ragazzi che hanno dimostrato di tenere particolarmente a questa partita dimostrandosi concentratissimi sin dal riscaldamento, anche per dimostrare che il risultato dell’andata non era stato solo un caso fortuito!

 

Arona Basket – College Borgomanero 46 – 72 (17-17, 30-36, 42-54)

Arona: Cesani 11, Galuppo 0, Ielmini 11, Bianchi 5, Cerutti 0, Lagger 6, Sterchele 9, Fornara 0, Bertolio 2, Cazzola 2, Amodio 0, Pedrazzani n.e.  All. Bruno

Borgomanero: Iannacone 8, Sartor 1, Massara 16, Pescangegno 3, Martelli 17, Ottina 2, Bizzetti 2, Pioppi 0, Pozzi 16, Tartaglia 6, Meistro 1. All. Lazzarini