A differenza degli altri articoli oggi partirò dalla fine, ovvero dalla pizza mangiata in compagnia di coach Lazzarini e del fido 1° assistente Manniello al ristorante Stadio sito in Alessandria proprio di fronte allo stadio dove gioca l’U.S. Alessandria Calcio 1912. Ma torniamo alle cose importanti, ovvero la pizza!!! Pizza che si è rilevata una lieta sorpresa della giornata, seconda solo alla prima doppia cifra dell’anno (forse della carriera) messa a referto da Ottina, detto “Ottin the Dream”, soprannome coniato dal mitico coach Lazzarini.
Adesso è tempo purtroppo di parlare della partita; e dico purtroppo perché quella di oggi sembrava qualunque cosa tranne che una partita di categoria Under 17 Eccellenza. E’ vero che la partita non contava nulla, è vero che si giocava inspiegabilmente alle 11 del mattino di domenica dopo ben 90 minuti di viaggio in un campo che fa sembrare il PalaBonfa un arena da final-four NCAA(forse esagero ma è per dare l’idea), è vero che qualche ragazzo aveva deciso di fare le ore piccole causa sabato sera passato a far baldoria, va bene qualunque cosa, ma una partita così brutta poche volte la si è vista.
Adesso passiamo alla cronaca della partita.
Primo quarto che parte con le due squadre che ancora devono svegliarsi completamente dal sonno, e che perdono in malo modo molti palloni, ma con i nostri che essendo tecnicamente più forti piazzano l’allungo decisivo con un super Ottina ispiratissimo, e già a fine primo quarto la partita sembra essere chiusa. A fine primo quarto il parziale è di 19 a 5 a favore dei nostri.
Nel secondo quarto i ritmi della partita non aumentano, e forse la bruttezza di quest’ultima cresce ma i nostri sempre grazie alla maggior capacità cestistica e ad un Bizzetti che nel secondo quarto decide di aggiungersi ad “Ottin the Dream” alla lista delle piacevoli sorprese di giornata. Il secondo quarto si chiude con il punteggio di 34 – 15 a favore degli agognini.
Nel terzo quarto i nostri non sembrano essere rientrati in campo dopo l’intervallo lungo e subiscono una piccola rimonta che riporta gli alessandrini a meno 10 punti di differenza, ma sul finire della frazione i nostri riescono a riprendere il vantaggio perso tornando sul +19 all’ultimo mini intervallo.
Nell’utima frazione i nostri decidono di chiudere la pratica con un Pozzi ispiratissimo, ma il fatto degno di nota è il boato che proviene dalla panchina del College verso la fine della partita quando “Ottin The Dream” mette a referto la doppia cifra. Boato al quale partecipa tutto lo staff tecnico e forse anche il pubblico ospite. La partita si chiude sul 72 a 34 a favore del collegiali che per la prima volta dell’anno vanno tutti a referto sotto la statistica punti segnati. Cala così il sipario sul campionato under 17 Eccellenza 2013/2014.
Dare un voto al campionato dei nostri è difficile, soprattutto perché a inizio anno si parlava di annata di transizione utile per fare esperienza in questa categoria in vista del futuro, e c’era chi addirittura auspicava un misero 0 alla voce vittorie annuali. Se le premesse erano queste allora tanto di cappello ai nostri che hanno dimostrato di poterci stare eccome in questa categoria essendosi classificati 5 ed avendo dimostrato di essere a livello alla 4° classificata, ovvero il CUS Torino, avendola anche battuta al Bonfa. E forse è questa la cosa che fa venire a galla dei rimpianti, rimpianti riguardanti i punti persi per strada contro avversarie che si potevano e si dovevano battere. La vera differenza tra il Cus e noi è che loro non hanno sprecato occasioni, noi si….
Con questo termina anche l’ultimo artico dell’anno sul campionato, grazie a tutti i lettori per esservi sorbiti i miei articoli. Spero di avervi coinvolti nelle avventure dei nostri e perchè no, di avervi fatto scappare qualche risata!!! Au revoir
IL CANESTRO – COLLEGE BASKETBALL 34-72(5-19;15-34;29-48)
IL CANESTRO – Melato 0, Bianchi 4, Scrivanti A. 0, Scrivanti S. 3, Barberis 2, Pozzi, Ferrari 0, Pilati 19, Colli 6. All. Billi
COLLEGE – Iannacone 6, Sartor 2, Massara 6, Berardi 4, Martelli 6, Ottina 11, Bizzetti 6, Pioppi 4, Pozzi 23, Brustia 1, Tartaglia 1, Meistro 2. All. Lazzarini