Era la serata del grande ritorno di Stefano Leva, ma al Palacadorna i punti in palio erano comunque due e, come sempre preziosissimi. Avversario di turno Saluzzo, squadra ostica e da affrontare con la massima attenzione e concentrazione. L’inizio di gara è positivo per i ragazzi di coach Di Cerbo, subito ispirati in fase offensiva e con Leva giá in possesso delle chiavi dell’attacco. La prima frazione di gioco si chiude con i locali avanti di cinque lunghezze, mentre Saluzzo rimane attaccata alla partita grazie alle iniziative personali del talentuoso Draghici.
Nel secondo quarto l’Univer FlavourArt cambia passo in difesa, alzando pressione ed attenzione sui tiratori ospiti, e nell’altra metà campo calano le percentuali ma arrivano comunque buone soluzioni. All’intervallo lungo la gara sembra dunque essere in pugno del College, che nella ripresa deve difendere un vantaggio di nove punti.

Ma è proprio nelle prime battute del terzo quarto che i padroni di casa abbassano la guardia, concedendo troppi canestri facili e secondi possessi agli avversari, che in un amen raddrizzano la partita e tornano a contatto raggiungendo la parità. Anche in attacco il College non ha la stessa fluidità e ritmo vista nei primi 20′ e le due squadre entrano nell’ultimo quarto separate da sole due lunghezze e con i ragazzi di Di Cerbo costretti a ricostruire tutto da capo o quasi.

È nei minuti decisivi che esce il carattere di certi giocatori, in grado non solo di fare giocate importanti ma anche di trascinare i propri compagni; è proprio il caso di Leva, che al rientro sul parquet dopo qualche minuto di panchina, piazza quattro punti consecutivi di pregevole fattura e restituisce fiducia ai suoi. Lo segue a ruota Giadini con canestri importanti, ma in generale tutti i ragazzi in campo ci mettono grinta e carattere per portare a casa questi fondamentali due punti. Le battute conclusive sono contrassegnate dai falli tecnici fischiati a Saluzzo prima e al College poi, ma una serie di buone difese e lo sfondamento subito da Maioni chiudono di fatto la partita, anche se sono Leva e Giadini, dalla lunetta, a mandare i titoli di coda.

Notizie positive dunque in casa College non solo per il buonissimo impatto avuto sulla squadra da parte di Leva, ma anche per le buone cose viste dai più giovani su entrambi i lati del campo. Da sottolineare la bella schiacciata di Facchin in un momento importante della partita ma un plauso complessivo ai ragazzi per la prestazione tutta cuore e grinta.

College Basketball – Aba Saluzzo 71-68
(23-18, 40-31, 50-48)
Borgomanero: Facchin 6, Fiore, Pilla 8, Merlo 7, Cozzi 4, Giadini 21, Bainotti ne, Zanoli, Maioni 6, Crusca 3, Leva 15, Scaglia 1. All. Di Cerbo
Saluzzo: Ballatore ne, Francese, Draghici 21, Bonatesta ne, Crespi ne, Latini 3, Baruzzo 7, Mina 12, Cirla 4, Zuccarelli 17, Ghiglione, Testa 4. All. Perlo