Test proibitivo ieri pomeriggio per il College Basketball, impegnato in trasferta sul campo del Basket Fossano, tra le squadre più in forma e meglio attrezzate dell’intero campionato. I ragazzi di coach Stefano Di Cerbo non stanno attraversando un momento di particolare brillantezza, ma la gara in questione non era certo tra le più abbordabili e alla portata. Nonostante la superiorità fisica e in termini di esperienza degli avversari, era comunque importante, come sempre, scendere in campo con la giusta convinzione fin da subito.

Ne esce una partita in cui l’Univer FlavourArt resta per molti minuti in partita, iniziando sotto di cinque lunghezze dopo 7’ di gioco, con qualche difficoltà offensiva di troppo, ma ritornando a meno tre al termine della prima frazione. Anche nel secondo periodo gli ospiti non giocano una brutta partita e dimostrano di essere arrivati a Fossano con le migliori attenzioni, trovando il pareggio al 15’ con il punto esclamativo messo da Facchin, che shiaccia per il 25-25. Negli ultimi minuti del quarto è Fossano a piazzare un altro mini-break e all’intervallo lungo è 35-32 in favore dei locali.

Le cose si complicano, in casa College Basketball, durante la ripresa, che vede i padroni di casa aumentare minuto dopo minuto il proprio vantaggio e di fatto condurre, senza particolari problemi, fino al suono della sirena finale, trascinati dai 29 punti personali di Grossi. Vince Fossano 73-58.

 

Basket Fossano – College Borgomanero 73-58
(19-16, 35-32, 55-46)

Fossano: Sordella 2, Fea ne, Arese 3, Stodo 10, Negri ne, Ait Ouchane 2, Cantarelli 9, Grossi 29, Mondino 6, De Simone 10, Thian 2, Conte. All. De Matteis
Borgomanero: Brustia, Facchin 3, Pilla 5, Merlo 9, Maioni 4, Cozzi 8, Giadini 13, Bainotti, Zanoli, Crusca 4, Sacchettini 6, Scaglia 6. All. Di Cerbo