Sconfitta dal sapore molto amaro per il College Basketball, che esce dal campo di Aosta con un altro referto giallo, il terzo consecutivo. La squadra di coach Di Cerbo, già nelle prime battute non parte benissimo, segnando poco ma comunque tenendo botto dal punto di vista difensivo. Dopo un inizio traballante l’Univer FlavourArt migliora piano piano, mettendo sul parquet la giusta intensità e aggressività in difesa e trovando con maggiore regolarità il canestro. All’intervallo lungo gli ospiti chiudono avanti di 5 lunghezze, ma il vero e proprio allungo arriva nella ripresa, che vede gli agognini toccare il massimo vantaggio sul +16 alla metà del terzo periodo di gioco. I locali provano in qualche modo a rientrare ma dopo 30’ il College resta sempre avanti con il punteggio di 36-49. Nella quarta frazione la strada verso la vittoria sembrerebbe in discesa, ma un totale passaggio a vuoto, soprattutto difensivo, fa perdere completamente testa e fiducia ai ragazzi di coach Di Cerbo, che punto su punto si fanno recuperare dagli aostani, bravi a non mollare. L’intensità in difesa vista nei primi 30’ di gara svanisce improvvisamente e il Rouge et Noir riesce addirittura a passare in vantaggio di 4. Con orgoglio gli ospiti trovano la forza per ritornare a contatto e a 7 secondi dalla fine Giadini, facendo 1/2 dalla lunetta, manda le squadre all’over-time.
Nei primi minuti di supplementare è la stanchezza la vera protagonista ed entrambe le squadre segnano con il contagocce; il primo vero sussulto è però dei padroni di casa, che in un amen arrivano a +4. Ancora una volta Borgomanero non molla e trova con Crusca, servito da Giadini, il canestro che vale il +1 a pochi secondi dalla sirena. Proprio a fil di sirena ,oltre al danno anche la beffa per gli ospiti: Chenal riceve palla dalla rimessa e segna subendo fallo, mandando così i titoli di coda e condannando l’Univer FlavourArt ad un’altra sconfitta.
Così coach Di Cerbo a caldo: “Siamo partiti male ma poi abbiamo indirizzato la partita sui binari giusti. Poi per paura, eccessiva emotività e scarsa concentrazione abbiamo smesso improvvisamente di difendere e questo ha portato alla sconfitta. Sicuramente è stato fatto un passo avanti rispetto alle prime due gare, ma se vogliamo vincere le partite bisogna imparare a mantenere la stessa concentrazione mentalità per quaranta minuti”.
Rouge et Noir Aosta – College Basketball 64-63
(12-15; 25-30; 36-49; 58-58)
Aosta: De Riccardis 7, Franzoso, Chenal 17, Frassy 7, Seminara, Cosentino 3, Padovani 8, Plati 2, Marsilio 18, Pietrini. All: Renna
College: Facchin5, Motti 6,Pilla 5, Merlo 3, Maioni 5, Cozzi 2, Giadini 17, Zanoli, Cressati, Airaghi 2, Crusca 13, Scaglia 5. All: Di Cerbo