Giado-MeneghinDopo la vittoria di qualche settimana fa contro Loano l’atteggiamento dei ragazzi di coach Giadini è cambiato, ed è evidente negli occhi e nella testa della squadra che c’è maggiore convinzione dei propri mezzi e di potersela giocare anche a questo altissimo livello.

Ieri sera l’Univer FlavourArt affrontava la Pallacanestro Varese, gara che ha messo in luce anche una bella curiosità sulle panchine: si sono infatti ritrovati come coach e avversari Maurizio Giadini e Andrea Meneghin, insieme da giocatori nello storico scudetto della stella della Pallacanestro Varese!

Ieri si è però giocata una gara nel presente e i collegiali si sono comportati davvero molto bene, se pur non per tutto l’arco del match. Infatti l’atteggiamento è ottimo fin da subito, anche se il vero e proprio break in favore dei padroni di casa è arrivato nei due quarti centrali, con gli agognini a chiudere addirittura sul + 14. La positività della partita viene però interrotta quasi sul più bello, ovvero a 4′ dalla fine, dove la “paura” di vincere porta il College a commettere errori banali in attacco, perdere molti palloni sul pressing avversario e cadere in troppe distrazioni in difesa.  In un amen Varese torna fino al -2, ma la rimonta non viene completata e rimane una vittoria importante per il morale di tutta la squadra.

College Borgomanero – Pall. Varese 79-74
(19-18, 46-38, 64-50)
Borgomanero: Airaghi 15, Bainotti, Berardi 3, Brustia ne, Buldo ne, Crusca 3, Dongiovanni 3, Facchin 2, Gay 17, Merlo 9, Okeke 14, Zanoli 13. All. Giadini
Varese: Bellotto, De Vita 13, Fischer 4, Girardin 2, Lanzani 7, Lo Biondo 4, Longo, Mentasti, Pietrini 16, Sandrinelli 2, Testa 16, Zhao 10. All. Meneghin