Sotto dettatura dal responsabile College Rossi questo il racconto del prima giornata del gruppo u16 in Belgio che termina alle ore 23.31. In una giornata dove le vere vincitrici sono le occhiaie…

Alle ore 4,30 i collegiali già riempivano le strade di Borgomanero in direzione amalpensa terminal 2 dove alle ore 7,00 si decollava per il Bruxelles. nel viaggio di andata già si registravano le prime dichiarazioni importanti: sul”aereo non si dorme! Si punta Ad arrivare svegli alle 22.00. Atterrati in terra belga alle ore 8,45.. Caricato il gruppo suii  pulmini dell’organizzazione la u16 sbarcava alle ore 10,15 nel bellissimo centro di Derlijn… 3 campi e partite che si alternavano senza sosta… La giornata si faceva tosta in quanto la prima partita era alle 16,30 ed i ragazzi erano ansiosi di scendere in campo tra una pennichella eD il pranzo. Mentre i ragazzi si riposavano Sapientemente e con l’occhio da intenditori i due coaches studiavano le due squadre e con maestria indicavano i giocatori di più talento o le squadre che più giocavano meglio (… O forse non è proprio andata così) alle ore 16.30 allacciate le scarpe i collegiali giocavano la prima partita con buona intensità ed allungando nel vari periodi conquistavano la vittoria… In attesa della seconda gara e prima della cena (ore 18,30) c’era lo spazio per la gara del tiro da 3 punti che a sorpresa veniva vinta da Marco Rupil alla sua prima esperienza dalla linea dei 6,75. Alle ore 20 era tutto pronto per iniziare il secondo Match ma le energie erano finite, le occhiaie nàscondevano sguardi un po’ persi e la vittoria è andata agli olandesi di Leiden. Alle ore 23.31 mentre Rossi dorme e nel bellissimo ostello popolato dalle squadre del torneo cala il silenzio..si dorme e si riprendono le energie per il giorno 2 in Belgio…

To be continued…