Il College Basketball cede 85 a 81 al cospetto della capolista Abet Bra, che sul parquet di casa viene costretta ad una partita difficile grazie allo straordinario secondo tempo giocato dai collegiali.

I ragazzi di coach Di Cerbo dimenticano la testa negli spogliatoi in avvio: nei primi 20’ di gioco i biancoblu sono costretti ad inseguire dall’inizio alla fine non trovando rimedio alle folate di Bra, che punisce sistematicamente le numerose disattenzioni del College, sotto 50 a 38 all’intervallo lungo. Le buone giocate mostrate nella metà campo offensiva permettono ai collegiali di rimanere a galla e il secondo tempo ha tutto un altro copione. College entra con la faccia tosta di chi sa che può giocarsela anche sul campo della capolista. Bra si vede risucchiata da Airaghi e compagni, capaci di leggere alla perfezione tutte le situazioni offensive create. Nel finale Bra sfrutta una maggior lucidità e prontezza mentale per chiudere sull’85 a 81, ma, nonostante la sconfitta, resta la grande prova del secondo tempo, punto di ri-partenza per questa stagione altalenante.

Queste le parole di un soddisfatto Stefano Di Cerbo: “Peccato per il primo tempo, abbiamo concesso loro troppi tiri facili e ci hanno punito. Nel secondo tempo siamo stati bravi a lottare e a non disunirci, mettendo in difficoltà la capolista sul suo campo. Questo secondo tempo deve essere il punto da cui ripartire per le prossime uscite stagionali, con questo spirito possiamo diventare una squadra pericolosa.”

 

BRA-COLLEGE 85-81

(26-19; 24-19; 17-24; 18-19)

(26-19; 50-38; 67-62)

Bra: Alberti 16, Francione 17, Cagliero 17, Cortese 10, Mattis 2, Gramaglia 13, Zaber, Dello Iacovo 8, Conforto ne, Aubry ne, Gatto 2.

College: Ielmini 3, Carnaghi, Rupil 13, Radunic 36, Airaghi, Paoli 18, Caneva 2, Petrov ne, Tilliander 2, Dojkic 6, Rinaldi ne, Mraovic ne.