L’esperienza, come tante volte è già accaduto in questa stagione, fa la differenza: nel finale della terza giornata di ritorno del campionato di C Gold i ragazzi di coach Di Cerbo resistono a lungo alla fisicità di Serravalle, nel secondo tempo mettono il naso avanti, ma vengono costretti alla resa sul 63 a 70. 

PalaCadorna gremitissimo, pubblico delle grandi occasioni e un lungo e frastornante silenzio poco prima della contesa, il ricordo di Kobe Bryant, di sua figlia Gianna e di tutte le vittime dell’incidente in elicottero di una settimana fa, con un messaggio: che il futuro è qui, siamo noi. Una squadra U18 Eccellenza in C Gold, un folto gruppo di bambini del minibasket alle prime esperienze sui parquet, la Mamba Mentality noi la vogliamo insegnare a loro, rendendo eterna la figura di una vera e propria leggenda come Kobe.

La partita è fin da subito equilibrata, Segala si riesce a mettere in ritmo nelle prime azioni, mentre Ruiu è la spina nel fianco della difesa collegiale del primo tempo. Solita partenza fin troppo permissiva, di Airaghi e compagni, che poi riescono finalmente ad alzare l’intensità di gioco in campo, con l’alzata di Ghigo per Mraovic, che schiaccia un alley oop da NBA facendo saltare in aria tutto il PalaCadorna. College spinge in transizione, Serravalle si appoggia con costanza vicino a canestro e alla pausa lunga è 39 a 39. Dopo l’intervallo i collegiali non mollano un centimetro, il canestro di Boglio dalla media vale il sorpasso College sul 45 a 46, Segala alimenta la verve del Cadorna con una delle sue scorribande in transizione, ma Serravalle mostra tutto il suo carattere e fa valere il terzo posto in classifica. Pintus si carica sulle spalle i suoi arrivando più volte al ferro, mentre i biancoblu nel finale pagano la poca precisione dalla lunetta, uscendo dal campo sconfitti 63 a 70, ma a testa alta per aver lottato come leoni contro una delle formazioni più quotate del campionato. 

QUI le statistiche