Nikolas Malli

Con enorme soddisfazione il College Basketball si complimenta con il proprio atleta Nikolas Malli, classe 1999, convocato per il Raduno di Perfezionamento Tecnico Federale organizzato dal Settore Squadre Nazionali, in programma a Roccaporena di Cascia (PG) dal 27 al 30 marzo 2014.
Si tratta del quarto atleta dell’Univer FlavourArt College ad essere convocato in raduni di questo tipo, dopo il classe ’95 Michael Sacchettini e i ’96 Marcello Crusca ed Emanuele Merlo. Il progetto messo in piedi dalla società è ben chiaro ormai da qualche anno, basato su investimenti importanti nel Settore Giovanile, considerato a tutti gli effetti il motore del College Basketball e il tesoro più prezioso da custodire e far crescere giorno dopo giorno.
Risultati come questo non sono certamente punti d’arrivo, ma segnali di incoraggiamento per tutto il nostro movimento, che anche attraverso traguardi così prestigiosi acquisisce l’ulteriore consapevolezza di aver intrapreso il giusto cammino.
Un cammino che College Basketball ha intrapreso insieme a centinaia di ragazzi e di famiglie, decine di allenatori, dirigenti e sponsor che ci sostengono ogni giorno e contribuiscono alla crescita di un progetto che vede tutti coinvolti, come in una grande famiglia, che giustamente condivide gioie e soddisfazioni.
Niente arriva per caso, ma solo attraverso impegno e fatica sul campo e fuori dal campo si possono ottenere risultati importanti; lo sappiamo bene tutti e allora godiamoci questi bei momenti ma continuiamo a lavorare, con impegno, serietà e ambizione per costruirne molti altri ancora.
Queste le dichiarazioni rilasciate da coach Francesco Rossi, Responsabile del Settore Giovanile del College Basketball: “Siamo contenti per la convocazione di Nikolas, ragazzo umile e volenteroso. Si allena tutti i giorni con passione e attenzione insieme ai suoi compagni. Tutti loro si meritano questo riconoscimento arrivato attraverso questa convocazione. Siamo lusingati dall’attenzione che il Settore Squadre Nazionali dimostra nei nostri confronti e in generale nei confronti dei settori giovanili che lavorano per il miglioramento dei propri atleti.”