Non riesce a piazzare il colpaccio nonostante l’ottima partita disputata la C Gold di coach Stefano Di Cerbo, che sul campo della capolista Domodossola perde con onore, con il punteggio di 85 a 75, rimanendo aggrappata agli avversari per oltre 35’ di gioco. Nel finale i padroni di casa fanno valere esperienza e fisicità, portando a casa gara uno.

Il College parte con il freno a mano leggermente tirato, subendo l’aggressività e lo spessore di Domo, che dopo un quarto conduce 26 a 17. La partita è però totalmente diversa rispetto a quella di qualche mese fa, dove in stagione regolare il College crollò senza opporre resistenza. In questa occasione i biancoblu riescono ad avere un sussulto, recuperando il margine e dando vita ad uno spettacolare incontro punto a punto. Gli esperti Giadini e Ferrari mostrano la strada ai giovani collegiali, che a 5’ dal termine sono sotto di sole cinque lunghezze. Domodossola – nel momento clou del match – alza l’asticella facendo valere la maggior esperienza e sfruttando alla perfezione i miss match. Una tripla spezza le gambe al College, che cede con il punteggio di 85 a 75, ma torna dal PalaRaccagni con la consapevolezza che vincere gara due è possibile, e nell’eventuale bella la pressione sarebbe tutta su Domodossola, il cui obiettivo dichiarato è quello della promozione.

Coach Di Cerbo commenta così a fine partita: “Abbiamo sofferto tanto la loro fisicità, per noi è difficile trovare accoppiamenti favorevoli e nel finale lo abbiamo pagato a caro prezzo. Sono fiducioso per gara due, perché giochiamo sul nostro campo, con i nostri tifosi sulle tribune. Sarà una bella partita.”

L’appuntamento è dunque fissato a giovedì sera, quando alle ore 21.00, presso il PalaCadorna di Borgomanero verrà alzata la palla a due di gara due, non mancate!

QUI le statistiche di gara uno.