Oggi vi proponiamo il secondo appuntamento della rubrica “L’angolo del mental trainer“, un interessante spazio dedicato al Dottor Riccardo Parrini, il quale – ogni due settimane – ci permetterà di scoprire alcune nuove sfaccettature degli atteggiamenti da tenere per poter performare al meglio sul rettangolo di gioco e non solo.

 

Nel Basket, come in ogni altro sport, si può allenare la mente a pensare in maniera positiva.  Quanti di noi ritengono veramente importante allenarsi a pensare positivo?  A cosa serve in realtà pensare positivo?

Il pensiero positivo accompagna sia la costruzione degli obiettivi, sia l’azione efficace, ma la cosa ancor più interessante è che “costringe” ognuno di noi a credere che praticamente tutto sia migliorabile.

Ogni resistenza, ogni blocco, ogni limite, ogni senso di colpa che impediscono il raggiungimento degli obiettivi dell’atleta e della squadra può essere analizzato, compreso e trasformato attraverso un pensare creativo ed orientato al miglioramento.

Come sostengono Gianni Bassi e Rossana Zamburlin al centro della mente e su un cartellone appeso nella propria stanza andrebbe scritta questa formula positiva:

 “TUTTE LE MIE PRESTAZIONI FISICHE, PSICOLOGICHE SONO MIGLIORABILI”.

La potenza risiede, infatti, nella consapevolezza di poter allenarsi per un risultato positivo, proprio in quanto tutto è migliorabile.

Alcune tecniche che possono risultare utili da approfondire sono ad esempio:

  • La Visualizzazione: richiamare alla mente e rivivere dentro di noi stati psicologici altamente positivi provati in circostanze passate, vittorie, prestazioni eccellenti. (Con maggiori dettagli possibili: anche ricordando odori, suoni, sensazioni).
  • Il Self Talk: Utilizzare un dialogo interno proattivo: “Non devo fallire, non devo sbagliare”, si trasforma in:Voglio, posso farcela”, ad esempio.
  • Il Centering: Concentrati sui pensieri riguardanti il compito, e ricorda che ti sei impegnato e allenato abbondantemente per fare tutto ciò.

 

Ricordati in ultimo, la cosa più importante: che ami ciò che stai facendo e che niente e nessuno avrà la forza di farti desistere.